Donne trasgressive

Alle donne la trasgressione e il sesso piacciono, eccome se piacciono, ma bisogna saperle incontrare nei posti giusti…

Guardate un po’ questo libro:

L’avevamo lasciata con l’ascella in vista volutamente non depilata – a ricordarci la sua originalità – a giugno, campeggiante sulla copertina di Sette, il settimanale del Corriere della Sera. L’intento era sponsorizzare un viaggio inchiesta tra gli usi e i costumi degli italiani di regione in regione. La possiamo vedere adesso tre sere a settimana nel salotto televisivo tutto femminile di Victoria Cabello – Victor Victoria, La7 – a fare le carte agli ospiti, visto che lei stessa cerca di nuovo di ricordarci la sua originalità nel saper fare i tarocchi e miscelare pozioni, con il tono di voce basso di chi pensa sempre di sedurre la persona che ha davanti.

Ce la ritroviamo di nuovo in libreria con il libro Tre. Stiamo parlando di Melissa P., alias Melissa Panarello, che debutta con la casa editrice Einaudi Stile Libero e si stacca così da Fazi Editori che l’aveva lanciata sul mercato qualche anno fa con Cento colpi di spazzola prima di andare a dormire. Tema del nuovo libro è il triangolo amoroso, «che complica le cose in caso di gelosia, ma moltiplica anche le cose belle, quindi credo che il bilancio finale sia a favore di queste esperienze».

Aveva già provato a fare la sovversiva con In nome dell’amore, lettera aperta rivolta all’allora presidente della Conferenza episcopale Camillo Ruini per predicare l’amore libero, e ora ci riprova con la solita storia che in Italia siamo una nazione di bigotti e non siamo pronti allo sperimentalismo sentimentale. E bisogna pure pagare 16 euro per farci dire dalla scrittrice che quello che ci manca per vivacizzare la routine di coppia è legalizzare le corna.

Donne trasgressiveultima modifica: 2010-10-18T12:56:44+00:00da ledonnex